Le Libertarie contro caste e cerchi magici

Avendo studiato da vicino e “sul campo” come funzionano i partiti tradizionali, ne ho concluso che non sono veri partiti, ma comitati elettorali. Il loro unico obiettivo è portare in alto un gruppo ristretto di persone, il cerchio magico. A questo scopo, inventano forme di partecipazione finte per ingannare i loro elettori e sfruttarli. Di continua a leggere »

Libertarie per tutti

Libertarie è il nome che ho dato alle primarie di tipo americano stretto, impiegate in Usa per le elezioni presidenziali. Sono così aperte, crude e libere che gli apparati partitici non riescono quasi mai ad addomesticarle, per cui finiscono per essere completamente governate dagli elettori. Per questo gli elettori americani vengono galvanizzati da quelle competizioni continua a leggere »

LIBERTARIE COMUNALI per PISA 2018

Si svolgeranno a Pisa le prime Libertarie Saranno le Libertarie comunali per la scelta del candidato sindaco di centrodestra alle elezioni comunali del 2018. L’annuncio è stato dato ai giornali da Gianluca Gambini, esponente di Forza Italia, che ha comunicato le modalità di funzionamento delle Libertarie comunali che potete consultare qui sotto. La proposta è continua a leggere »

Regole per le Libertarie comunali di Pisa 2018

 Libertarie Comunali per Pisa 2018 Sono lo strumento che dà tutto il potere agli elettori e fa emer­gere la volontà popolare. Permette a tutti gli elettori di candidarsi a sindaco con effettive possibilità di vincere. Gli elettori, senza alcuna interferenza da parte degli apparati partitici, hanno modo di vagliare i candidati a sindaco ade­gua­­tamente, determinano il vincitore, continua a leggere »

Calendario delle Libertarie comunali di Pisa 2018

 Calendario delle elezioni primarie  Data Circoscrizione Numero delegati Sistema elettorale per l’assegnazione dei delegati 12 febbraio 2018 1 3 proporzionale 19 febbraio 2018 3 4 proporzionale 26 febbraio 2018 2 3 proporzionale 5 marzo 2018 4 6 4 delegati al primo, 2 al secondo 12 marzo 2018 6 8 tutti i delegati al primo 19 marzo continua a leggere »

Purtroppo, anche il PD è un comitato elettorale, non un partito

Sono stato al Lingotto sabato 11  e domenica 12 marzo, dove si teneva l’incontro nazionale dei sostenitori di Renzi per le primarie del prossimo 30 aprile. L’impressione che ne ho tratto è estremamente deludente. Il PD non è un partito, ma un comitato elettorale, finalizzato a perorare la candidatura o ricandidatura di una ristretta cerchia continua a leggere »

Le Libertarie della Convenzione Blu

Verso le Libertarie Cortina 2016Mio intervento alla Convenzione Blu dei Conservatori e Riformisti, tenutasi a Roma il 5-6 novembre 2016. Probabilmente l’ultimo intervento della serie. La mia impressione è che ormai questo movimento si stia accartocciando sui rituali dei vecchi partiti, cioè cercare accordicchi con le altre forze politiche (Lega e Fratelli d’Italia), per fare, se va bene, primarie continua a leggere »

Verso le libertarie - Intervento a Cortina del 24/9/2016

Verso le Libertarie Cortina 2016I Conservatori e Riformisti hanno delle ottime chances di realizzare, da soli, le libertarie per il candidato premier, grazie all'”effetto Jordan” che riduce lo sforzo organizzativo a quello delle prime tre consultazioni regionali, per quanto siano di piccole dimensioni. Per esempio, in Italia potrebbero essere Molise, Basilicata, Abruzzo. [Hamilton Jordan fu il braccio destro di continua a leggere »

La versione politica del sogno americano

Mio intervento al convegno “Centrodestra riparte” dei Conservatori e Riformisti, presso il Tempio di Adriano, giovedì 8 settembre 2016 alle ore 15.00. La nostra economia non è molto amica di chi vuole emergere, provarci, realizzare l’idea in cui crede, costruire un’impresa, magari partendo da zero o da poco, perché sulla sua strada gli fa trovare continua a leggere »

Presentazione delle libertarie a Padova

Presentazione delle libertarie, con dettagli sui partiti americani e come realizzarli in Italia, tenuta a Padova il 24 giugno 2016, per l’associazione culturale presieduta da Leo Padrin. Clicca per leggere

Videopresentazione della proposta di legge "Le Libertarie"

In questo video viene spiegata la proposta di legge “Le Libertarie” appena presentata in parlamento.

Presentata in parlamento la proposta di legge "le Libertarie"

Ecco il testo finale della proposta di legge “Le Libertarie“, come presentata recentemente al parlamento. ___________________________________________________________________ Proposta di legge denominata “libertarie” per la selezione dei candidati alla presidenza del consiglio   Art. I – Finalità e norme generali 1.     La presente legge regola le modalità con le quali gli elettori selezionano i candidati alla carica continua a leggere »

Presentazione della proposta di legge "Le Libertarie" a Torino

Pres LibertarieNuovo intervento sulle Libertarie, in cui illustro alcuni dettagli della proposta di legge. Stavolta il convegno si è svolto a Torino il 24/10/2015, organizzato da una serie di simpatizzanti dei Conservatori e Riformisti. Ecco la presentazione in versione aggiornata rispetto a quella di Cortina.

Intervento sulle Libertarie alla conferenza "La libertà che cerchiamo", Cortina, 19-20/9/2015

Ecco il mio intervento al convegno “La libertà che cerchiamo“, Cortina d’Ampezzo, 20/9/2015, ore 10.30, organizzato dai Conservatori e Riformisti, dove espongo la proposta di legge delle Libertarie. Il programma della conferenza può essere letto qui.

Proposta di legge "Le libertarie"

Le libertarie potrebbero diventare legge dello stato? Quale sarebbe la legge migliore possibile per realizzarle in Italia? E in Europa? Mi sono posto queste domande, stimolato da alcuni colleghi. In questo post presento la proposta di legge che ho elaborato. Si riferisce alle libertarie nazionali, cioè quelle che selezionano i candidati alla carica di presidente continua a leggere »

La proposta delle libertarie in dettaglio

Ecco la proposta dettagliata delle Libertarie, cioè le primarie sequenziali in crescendo con convention, per la nomina del candidato premier del centrodestra e la scrittura delle regole e del programma elettorale. PDF Consegnata ad alcuni personaggi politici (Raffaele Fitto, Daniele Capezzone, Maurizio Bianconi) il 21 febbraio 2015. Esse costituiscono il modello base per un partito continua a leggere »

Le libertarie

La settimana prossima mi recherò a Roma per incontrare vari parlamentari di centrodestra e proporre loro le libertarie. Ora è il centrodestra, con tutti i suoi problemi, il settore politico più interessante e potenzialmente aperto ad accogliere il progetto di YouCaucus, che riepilogo qui sotto. Le Libertarie Il partito è governato interamente ed unicamente dagli continua a leggere »

La formula della democrazia

Il “problema della democrazia” è essenzialmente un problema di fisica. Consultare 50 milioni di persone per fare emergere la volontà popolare richiede tempi e strumenti adatti. Non è qualcosa che si improvvisa. Per essere concreti, poniamoci la seguente domanda: basta “un’infarinatura di elezioni di tipo qualsiasi ogni 4-5 anni” per definire un paese, come l’Italia, continua a leggere »

Consegnato il libro a Gianroberto Casaleggio

Stamattina mi sono recato a Milano nella sede della Casaleggio Associati e ho lasciato una copia del libro “Il sistema dei partiti governati dagli elettori” e una lettera esplicativa per Gianroberto Casaleggio. Non ho potuto incontrarlo di persona, poiché era impegnato in riunioni, ma non ho dubbi che la sua segretaria gli consegnerà il materiale. continua a leggere »

Il fallimento delle primarie fiorentine

Tempo fa ho scritto un post nel quale informavo di un lodevole tentativo messo in atto da alcuni esponenti politici fiorentini, di fare primarie sequenziali con convention a Firenze in vista delle elezioni comunali per il sindaco. Purtroppo quel tentativo, come gli altri precedenti dello stesso tipo, è fallito, e alla fine hanno prevalso la continua a leggere »

La missione di YouCaucus è metapolitica

La demofisica o “fisica della democrazia”, anche detta metapolitica, è una (nuova) scienza che ha come scopo quello di rispondere a domande del tipo seguente:    – dato un insieme di elettori attivi e passivi (per esempio 50, 100 milioni o più), qual’è un sistema efficiente e pratico per fare emergere fedelmente la loro volontà continua a leggere »

Le primarie del Movimento 5 Stelle non soddisfano i criteri di YouCaucus

Mi sono recentemente candidato alle parlamentarie europee del Movimento 5 Stelle, e così ho potuto verificare dall’interno il funzionamento delle loro consultazioni. Riporto qui il mio giudizio. Le candidature sono state aperte il 26 marzo, senza alcun preavviso. Il primo turno di votazioni si è tenuto il 31 marzo, il secondo turno il 3 aprile. continua a leggere »

Progetto PolisNet, il social network della polis

Esistono vari strumenti in rete per fare petizioni, raccogliere firme, confrontarsi, riunirsi, discutere, ecc., ma sono troppo dispersivi. La mia impressione è che finora i social network siano stati pensati per frammentare, distrarre, intrattenere la gente, portarla un po’ a spasso, per dirla brutalmente, invece che organizzare e aumentare il potere dei cittadini. Questi strumenti creano continua a leggere »

Forse ho davvero contribuito a distruggere il PdL

I lettori di questo blog forse ricorderanno che mesi fa spiegai, in questo post, di aver mandato in tilt il PdL con la proposta, fatta ad Alfano qualche tempo prima, di primarie sequenziali in crescendo con convention (per dettagli, vedi qui, o qui). Prima delle elezioni politiche del 2013 una parte del PdL avanzò una proposta continua a leggere »

Verso le primarie sequenziali con convention a Firenze

A Firenze il consigliere regionale Paolo Marcheschi ha recentemente proposto al centrodestra le primarie sequenziali “in crescendo” con convention per la scelta del candidato sindaco del 2014. Giusto ieri ne ha dato comunicazione alla stampa. La proposta, alla cui formulazione ho avuto il piacere di collaborare, è stata bene accolta dai mezzi di comunicazione, con articoli continua a leggere »

Movimento 5 Stelle: risultato storico e straordinario

Nato appena 3 anni fa, il Movimento 5 Stelle è oggi il primo partito italiano. Questo risultato è stato ottenuto senza passare un solo minuto di tempo in televisione, senza spendere soldi pubblici, senza chiedere o accettare rimborsi elettorali.  Più di un mese fa avevo dato il mio endorsement al Movimento, per la sua apertura continua a leggere »

La gente sta "chiedendo ad internet" cosa votare

Voglio postare uno snapshot delle statistiche di accesso al mio sito, da cui si vede che in questo momento, come nei giorni scorsi, la gente sta andando su internet per “chiedere ad internet cosa votare“. Come ho già fatto notare in due miei precedenti post, vedi qui e qui, questo fenomeno si verifica da qualche tempo, con un sensibile continua a leggere »

Cosa votare alle prossime elezioni? M5S, senza dubbio

L’unica forza politica veramente nuova oggi in Italia è il Movimento 5 Stelle. Esso può rivoluzionare completamente la politica italiana, facendo per la prima volta accedere al parlamento gente comune invece che politicanti e cooptati. E’ assolutamente necessario che il M5S abbia un risultato molto positivo alle imminenti elezioni. E lo dico io che non continua a leggere »

Avevo mandato in tilt il PdL...

I lettori ricorderanno che alcuni mesi fa Alfano voleva fare primarie all’americana, con convention, per la designazione del candidato del PdL a presidente del consiglio. Poi non se ne fece nulla, perché ridiscese in campo Berlusconi. Prima dell’intervento di Berlusconi il PdL visse delle fasi molto tormentate, con aspri contrasti interni e una specie di tutti contro tutti. continua a leggere »

Perché Renzi ha fallito dove Obama è riuscito?

Le primarie del PD per il candidato premier hanno offerto uno spettacolo appassionante. Ora, però, è il momento di ragionare a freddo. Perché Matteo Renzi non è riuscito vincere contro un rappresentante del passato che non passa mai, come Bersani, il candidato dell’apparato partitico? Perché ha ricevuto meno voti di Bersani, si dirà. Va bene, ma continua a leggere »

Dunque, ricapitoliamo: il 18 dicembre 2011 ...

… sono andato alla cena di Natale del PdL, a Firenze, per consegnare ad Alfano la mia proposta di primarie e convention all’americana (eccola qui). Si trattava del sunto di una battaglia che porto avanti dal lontano 2005. Ad Alfano, che per la verità era molto attento ed interessato, ho spiegato che le primarie non continua a leggere »

Un primo giudizio sulle primarie all'italiana del PdL

Il PdL ha messo in rete le regole preliminari delle sue primarie. Si parla di sequenzializzazione regionale e 10000 firme da raccogliere in 13 giorni. Si voterà in quattro turni, per macroregioni. Per votare bisogna pagare 2 Euro e sottoscrivere un’adesione alla carta dei valori del PdL. Possiamo emettere un primo giudizio. La richiesta di firmare continua a leggere »

Primarie all'americana: cosa sta facendo il PdL?

In questi giorni sui giornali si leggono notizie molto confuse riguardanti le regole delle primarie che vuol fare il PdL. Le chiamano “all’americana”, ma sarà veramente così? Su questo sito monitoreremo in dettaglio quello che succederà, e vi informeremo se quelle che faranno sono veramente primarie all’americana o qualcos’altro. Anche il PD, come sappiamo, ha continua a leggere »

Il PdL fa le primarie sequenziali con convention?

Oggi è apparso un articolo sul Corriere della Sera (che potete leggere dal sito www.pressreader.com cliccando sul link), a firma Paola di Caro, in cui si spiega che alcuni esponenti del PdL stanno portando avanti il progetto per cui si batte questo sito, cioè il sistema delle primarie americane, sequenzializzate e con convention dei delegati. Non è continua a leggere »

Articolo 1: l'Italia NON è una democrazia

Una delle parole più comuni e dal significato più oscuro e ambiguo è la parola democrazia. Ne conosciamo veramente il significato? Davvero basta un’infarinata di elezioni qualunque per qualificare un sistema come democratico? In questo sito abbiamo più volte spiegato che non è così. Per riconoscere una democrazia da un sistema elitario, che maschera il continua a leggere »

L'importanza dei dibattiti tra candidati nelle elezioni e il criterio della cassiera

I dibattiti televisivi si sono conclusi e le elezioni presidenziali americane sono alle porte. Nel complesso, Romney e Ryan ne escono abbastanza bene. A detta dei sondaggi, quella inflitta da Romney ad Obama nel primo dibattito è stata la più sonora sconfitta della storia. Cioè non si era mai visto uno stacco tanto grande tra le continua a leggere »

E' morto George McGovern, il padre del sistema dei partiti governati dagli elettori

All’età di 90 anni è morto l’ex senatore al Congresso degli Stati Uniti George McGovern. Poco più di quarant’anni fa, McGovern fu il protagonista principale della transizione dal sistema dei partiti-apparati al sistema dei partiti governati dagli elettori, grazie alla riforma McGovern-Fraser. Essa modernizzò il partito democratico americano, stabilendo che tutti i delegati alla convention devono continua a leggere »

Consegnato a Michele Boldrin il progetto di primarie sequenziali "in crescendo"

Sabato scorso, il 6/10/2012, si è tenuta a Pisa una riunione organizzata da Zero Positivo e Fermare il Declino a cui ha partecipato, tra gli altri, l’economista Michele Boldrin. Durante la riunione si è parlato anche di primarie e così ho deciso di diffondere il progetto dei partiti aperti anche presso i partecipanti a quella conferenza. continua a leggere »

Il travaglio del PD sulle regole delle primarie ci insegna qualcosa...

In questi giorni il PD sta decidendo, con modalità a dire il vero oscure ai più, le regole delle sue primarie. Come più volte spiegato in questo sito (vedi qui, qui e qui), le primarie del PD non sono vere primarie democratiche, perché non soddisfano il criterio della cassiera, cioè non permettono a persone poco continua a leggere »

Beppe Grillo coglie al volo il mio messaggio sulle primarie sequenziali e il criterio della cassiera

Come spiegato in questo post, il 22 settembre sono andato Parma all’incontro sugli inceneritori organizzato dal Movimento 5 Stelle, per consegnare a Beppe Grillo una copia del mio libro “Il sistema dei partiti governati dagli elettori“. Ho spiegato a Beppe che le primarie non vanno fatte come le fa il PD, in cui si vota continua a leggere »

Consegnato il libro a Beppe Grillo

Come promesso, oggi ho consegnato il libro “Il sistema dei partiti governati dagli elettori” a Beppe Grillo. Sono andato a Parma, all’incontro pubblico sugli inceneritori. Mi sono messo vicino alla sua postazione e ho aspettato il momento opportuno. Quando gli ho dato il libro Grillo mi è stato ad ascoltare per qualche minuto. Gli ho continua a leggere »

Consegnato il libro a Matteo Renzi. Prossimo obiettivo: Beppe Grillo

Stamattina ho consegnato una copia del libro “Il sistema dei partiti governati dagli elettori” a Matteo Renzi, che è venuto a Verona, al Palazzo della Gran Guardia, a tenere il comizio di apertura del suo tour elettorale per le primarie del PD. Purtroppo non ho potuto scambiare parole con Matteo. Gli ho solo detto di dare continua a leggere »

La situazione delle elezioni americane dopo la convention democratica

La convention democratica non ha brillato per il messaggio trasmesso, abbastanza scontato e povero di proposte per il futuro, ma sembra aver ugualmente regalato ad Obama un balzo in avanti nei sondaggi. Anche la raccolta di donazioni del mese di agosto ha visto Obama prevalere di poco su Romney (114 milioni di dollari contro 111,6 continua a leggere »

La situazione delle elezioni americane tra le due convention

Finora Mitt Romney si è mosso in modo molto intelligente ed ha azzeccato parecchie decisioni importanti, superando le aspettative dei suoi stessi sostenitori. La prima mossa azzeccata è stata quella di ignorare le provocazioni dei democratici. Obama ha speso milioni di dollari in messaggi pubblicitari contenenti tesi troppo deboli e puramente speculative, prive della forza necessaria continua a leggere »

Lancio del progetto "YouCaucus"

Lanciato oggi il progetto “YouCaucus”, pensato per permettere l’organizzazione di primarie online. Gli elettori si registrano fornendo una versione digitalizzata della tessera elettorale, per controllo, e un indirizzo email valido. La tessera elettorale è visionata e controllata, normalmente entro 24 ore. Se i dati sono corretti la registrazione viene approvata e l’approvazione è comunicata all’elettore via email. La continua a leggere »

Non vogliono fare le primarie? Facciamole lo stesso. Ecco come

A più riprese, nei mesi scorsi, i vertici del PdL dichiararono pubblicamente l’intenzione di voler fare elezioni primarie per la scelta del candidato premier alle prossime elezioni politiche. Non appena Berlusconi ha annunciato di volersi ricandidare, il PdL è tornato sui suoi passi. Dall’altra parte, il PD tergiversa ancora, nonostante le pressanti richieste di Renzi, sulla continua a leggere »

Il sistema dei partiti governati dagli elettori - Weblibro

Ripercorrendo la storia dei partiti americani e studiandone il funzionamento, fondato sulle elezioni primarie e le convention, elaboriamo una strategia per realizzare il sistema dei partiti governati dagli elettori anche in Italia.

Leggi il libro online ---->

Se Berlusconi si ricandida, le primarie (all'americana) hanno ancora più senso

Oggi apprendiamo che Berlusconi avrebbe intenzione di ricandidarsi a premier alle prossime elezioni politiche. Subito dopo, alcuni giornalisti hanno stabilito che le primarie del PdL (o del partito erede del PdL, comunque si chiami) non si faranno, perché "non avrebbero senso, visto che si ricandida Berlusconi". In realtà, le primarie (all’americana) hanno senso sempre, anche quando continua a leggere »

La Corte Suprema dà una mano a Mitt Romney

Nell’articolo “Mitt Romney ha davvero qualche chance contro Barack Obama?” ho messo in evidenza alcune debolezze del candidato repubblicano alla presidenza Mitt Romney, basate sull’analisi dell’andamento delle primarie repubblicane. Infatti, Romney è essenzialmente un candidato moderato e può avere grandi difficoltà a convincere gli elettori più conservatori a sostenerlo e andare a votarlo. Sulla base continua a leggere »

Lo "statuto" dei partiti governati dagli elettori e il sistema PSC

Se proprio vogliamo dotare i partiti governati dagli elettori di “statuti”, possiamo stabilire che essi siano fatti dei soli cinque punti seguenti (dal libro “Il sistema dei partiti governati dagli elettori”): Statuto   1. il partito è completamente aperto e completamente neutro;   2. tutte le decisioni, in tutte le fasi, sono demandate comple­tamente agli elettori, e solo a continua a leggere »

Il ruolo della convention nei partiti governati dagli elettori - Video

Intervento video alla conferenza di Sedizione Liberale del 7 luglio 2012 a Firenze, in cui spiego il funzionamento della convention nei partiti americani e il suo ruolo quale governo popolare del partito, fondamentale per rendere i partiti americani dei partiti governati dagli elettori. Come detto, nei partiti americani, la convention è il governo popolare del partito. Vi partecipano delegati eletti continua a leggere »

Presentata la proposta all'On. Stracquadanio

Venerdì scorso l’Onorevole Stracquadanio è venuto a Pisa per partecipare ad un incontro organizzato dai Liberali nel PdL. Gli amici che ho nel PdL mi hanno chiesto di andare a fare un intervento per spiegare la mia proposta di primarie sequenziali correlate alla convention, cosa che ero molto riluttante a fare, perché sono sempre più restio continua a leggere »

Beppe Grillo, il Movimento 5 stelle e il problema delle candidature

Ho partecipato a una riunione del Movimento 5 Stelle qualche settimana fa e ho scoperto che il movimento non si è ancora dato regole innovative per far scegliere le candidature e scrivere il programma elettorale agli elettori. A questo proposito, il “non statuto” consultabile qui, dice soltanto, all’articolo 7, “Le regole relative al procedimento di candidatura continua a leggere »

La teoria dei due partiti aperti U e C - seconda parte: le primarie sequenziali e il criterio della cassiera

Le elezioni primarie per la selezione dei candidati alla carica X del partito U e del partito C saranno sempre primarie “sequenziali”. Spieghiamo cosa significa. Immaginate una cassiera dell’Esselunga che ritiene di avere le capacità di governare il paese e, forte di quelle ma col suo semplice stipendio di cassiera dell’Esselunga si candida a primarie continua a leggere »

La teoria dei due partiti aperti U e C che conquistano il 100% dell'elettorato partendo da zero - prima parte

Vi espongo la teoria dei partiti aperti U e C, che partendo dal nulla e a costo zero arrivano, in due-tre tornate elettorali, a conquistare il 100% dell’elettorato.  Spieghiamo innanzitutto perché li chiamiamo partito U e partito C. Per attrarre il maggior consenso e la maggior parte di elettorato i due partiti devono essere completamente aperti, e continua a leggere »

Un metodo per abbattere i partiti attuali e costruire i due partiti nuovi

Immaginate un partito che sia letteralmente una piazza aperta, dove chiunque può andare e venire, non ci sono muri, delimitazioni, regole né restrizioni, tutte le decisioni sono prese consultando chiunque si identifichi come elettore. Immaginate che in questo partito non esista apparato, che il partito non costi nulla. Una semplice macchina per fare emergere la continua a leggere »

La novità di Alfano: guardare il dito quando gli indichi la luna

Per un attimo ci ho sperato: che Alfano avesse recepito il messaggio. Che avesse capito che per rivoluzionare la politica bisogna cambiare il sistema di fare politica, i partiti, venendo incontro alla gente invece che andando contro la gente. Quando gli ho fatto la mia proposta, lo scorso dicembre, ha reagito molto interessato, devo dire. continua a leggere »

Alfano annuncia una novità sconvolgente per il PdL e la politica italiana: si tratta forse delle primarie sequenziali per il candidato premier?

Oggi Angelino Alfano ha dichiarato (fonte Repubblica.it): “Subito dopo il ballottaggio delle amministrative, io e Berlusconi annunceremo la più grossa novità della politica italiana che cambierà il corso della politica italiana nei prossimi anni e sarà accompagnata dalla più innovativa campagna elettorale che la politica italiana abbia avuto dalla discesa in campo di Berlusconi del continua a leggere »

Primarie sequenziali: un sistema che dà a tutti una possibilità

Normalmente le elezioni sono tenute ovunque nello stesso giorno. Questo sistema sembra logico e ragionevole, perché tutti i cittadini vengono trattati allo stesso modo. Tuttavia, questo sistema non dà alcuna chance di vittoria a persone che non sono già famose o incredibilmente ricche. Negli Stati Uniti è in uso un sistema differente, limitatamente alle primarie continua a leggere »

Mitt Romney ha davvero qualche chance contro Barack Obama?

Recentemente Rick Santorum ha annunciato il suo ritiro dalla corsa alla nomina repubblicana. Alcune delle ragioni principali sono state la mancanza di fondi e le crescenti difficoltà a raccoglierne di nuovi.  Nelle scorse settimane i mezzi di comunicazione americani hanno quasi sempre ignorato Santorum. Quando non l’hanno ignorato, lo hanno descritto come un candidato senza continua a leggere »

Sostieni il progetto YouCaucus – Libertarie per l’Italia

Se vuoi sostenere il progetto YouCaucus –
Libertarie per l’Italia
puoi diffonderne le idee come meglio credi, attraverso i social network, o fare una donazione in denaro, dell’importo che vuoi





LIBERTARIE PISA 2018


Istruzioni semplici

Le Libertarie Comunali

Regole delle libertarie

Calendario delle primarie e della convention


Volantino | Stampa e divulga

Rassegna stampa


Cosa ne pensi? Scrivi a

youcaucus@youcaucus.com 

  • Facci conoscere il tuo parere
  • Iscriviti alla nostra mailing list per restare aggiornato
  • Facci sapere se sei interessato a fare da testimonial delle Libertarie (cioè prestarci il tuo volto e il tuo nome) per campagne pubblicitarie informative sui quotidiani e le TV locali
  • Facci sapere se sei interessato a candidarti alla nomina o a delegato

Cerca nel sito

Nel sito Nel web